stethoscope 512 bianco

 

"Quello che mi ha sorpreso di più negli uomini dell'Occidente è che perdono la salute per fare i soldi e poi perdono i soldi per recuperare la salute. Pensano tanto al futuro che dimenticano di vivere il presente in tale maniera che non riescono a vivere né il presente, né il futuro. Vivono come se non dovessero morire mai e muoiono come se non avessero mai vissuto."

(Tenzin Gyatso)

 

“Non c’è un posto occupato in rianimazione dal 18 aprile. Di quale malattia stiamo parlando? I virus arrivano e se ne vanno. Io non sono negazionista, è la parola che è assurda! Avessero detto epidemia para-influenzale darei ragione, ma non si può parlare di #pandemia!“.

Queste le parole di Alessandro #Meluzzi che si sono guadagnate una nuova censura da parte della piattaforma di video-sharing YouTube. Il video dell’intervista al noto psichiatra andata in onda lo scorso 23 giugno è stato rimosso dalla piattaforma per aver violato le norme della community. Una rimozione che si aggiunge alle tante altre che si sono verificate ogni qual volta l’opinione espressa fosse diversa da quella accettata dagli algoritmi di #YouTube.

La domanda sorge spontanea: una multinazionale può essere al di sopra di #libertà e #diritti costituzionalmente garantiti?

Ne abbiamo parlato proprio con Alessandro Meluzzi a ‘Lavori in Corso’.

Le dichiarazioni rilasciate dall'ex ministro della Sanità francese, Philippe Douste-Blazy, sono gravissime: le riviste scientifiche più prestigiose, come The Lancet, sarebbero costrette dalle multinazionali farmaceutiche a pubblicare studi scientifici contenenti dati non verificabili. I dettagli nel servizio di Francesco Capo.

Per "la vita oltre il coronavirus" 100 minuti di diretta con un fiume in piena. Dalla medicina, alla storia, all'economia con la consueta umilltà e l'immancabile grinta, senza un pelo sulla lingua.
Grazie all'Associazione Vita al microscopio per aver reso possibile tutto questo.

Mascherine, distanziamento sociale, guanti: da mesi abbiamo ormai imparato a convivere con dispositivi di sicurezza che sono entrati a far parte della nostra quotidianità, ma oggi, secondo un gruppo di medici e scienziati, queste misure non sarebbero più necessarie. Il gruppo ha presentato una istanza al Presidente del Consiglio, al Ministro della Salute, al Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità e agli altri organi interessati per chiedere la revoca di tutti questi provvedimenti. Se entro i termini stabiliti dalla legge nulla sarà cambiato, e se quindi tutte le prescrizioni rimarranno in vigore – spiega il medico legale Pasquale Bacco a #Byoblu24 - i medici presenteranno un esposto. Nell’istanza vengono espresse forti perplessità sulla gestione dell’emergenza e sui criteri utilizzati per l’elaborazione dei dati. Sull’argomento sono intervenuti anche la dottoressa Maria Grazia Dondini e il magistrato Angelo Giorgianni, che ha già proposto l’istituzione di una commissione parlamentare d’inchiesta per far luce sull’intera vicenda.

La nostra intervista a MARCELLO PAMIO insegnante di nutrizione, blogger d’indagine nell'ambito della medicina e dell’industria farmaceutica, scrittore e autore. Conduce CARLO SAVEGNAGO

“Un tempo c’erano le grandi agenzie di senso, le ideologie che servivano a dare un significato e un progetto agli individui. Oggi queste agenzie non ci sono più, ma l’individuo continua a cercare il significato dell’esistenza”. Parla così Romano Madera, filosofo e psicanalista di scuola jungiana, a #Byoblu24. Ma come fare a trovare un senso all’esistenza in periodi di crisi? “Bisogna abbandonare la nostra cultura del narcisismo e del denaro, questa sì un contro-senso. L’essere umano ha cambiato Dio con un altro dio, il denaro. La nostra vita è tutta occupata ad accumulare ricchezza materiale, si vuole tutto e subito” – spiega Madera. In assenza di ideologie totalizzanti dare senso all’esistenza significa ripartire dal proprio sé: “Si tratta di un processo dialogico in cui ci ritroviamo e specchiamo negli altri, partendo dal nostro sé, ma non fermandoci lì. La base da cui muoversi è la biografia delle nostre vite per trovare quelle esperienze su cui costruire il senso della nostra esistenza” – conclude Madera.

"Il virus esiste, e non di meno è utilizzato come metodo di governo politico, secondo quella formula che Foucault chiamava del 'vivere pericolosamente'. L'ordine liberista si fonda sulla crisi, vive della crisi e la utilizza come metodo di governo, per far sì che il politicamente inaccettabile diventi politicamente ineludibile. Il che é esattamente quello che è stato fatto in questi mesi".

Torna il filosofo Diego Fusaro su Byoblu, in questa lunga intervista condotta da Claudio Messora per mettere in luce le sue conclusioni dopo questi mesi terribili di privazione dei diritti individuali e pure terrore mediatico.

Intervento in collegamento telefonico dell'ingegnere sanitario Lorenzo Filippi durante la trasmissione Notizie Oggi del 27 maggio 2020.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.