Ci sono due diversi tipi di persone nel mondo, coloro che vogliono sapere, e coloro che vogliono credere.

(Friedrich Nietzsche)

 

religioni bianco 360x270

 

 

“La maggior parte delle persone non cerca verità che si possono dimostrare. La verità, in molti casi, comporta sofferenza. E quasi nessuno vuole soffrire. Quello di cui le persone hanno bisogno è una storia bella e piacevole, che renda la loro esistenza almeno un po’ piú significativa. È proprio per questo che nascono le religioni.”

(Haruki Murakami)

 

 Vedi anche Città del Vaticano

 

Don Curzio Nitoglia denuncia con grande fermezza la deriva della Chiesa cattolica. "In primavera si terrà ad Astana, città massonica per eccellenza, un incontro super-ecumenico che mons. Viganò ha già definito un vero e proprio "sabba satanico". E' tempo di resistere con coraggio perché tutto ciò che è stato previsto nelle profezie si sta realizzando sotto i nostri occhi"

E' stato esposto in Piazza S. Pietro il Presepe 2020, opera monumentale in ceramica che ha lasciato sconcerto tra i fedeli. Il Presepe è un simbolo tradizionale che nella sua semplicità ha sempre dato calore e consolazione non soltanto ai credenti. Ancora di più nel 2020 si attendeva un presepe in grado di trasmettere amore e calore in questi tempi difficili, ma quello che è stato installato in Piazza S. Pietro è senza ombra di dubbio il peggior presepe della storia.

L' orribile e inquietante presepe esposto in questi giorni a Piazza San Pietro è l'emblema stesso del pontificato di Bergoglio, lontano dalla tradizione bimillenaria della Chiesa e, al contrario, perfettamente in linea con i tempi moderni e con i presupposti filosofici del potere globalista, proprio come le spaventose statue del presepe. Ma chi è davvero Bergoglio e come è diventato Papa? Proviamo a rispondere ad alcune domande in questo video.

Don Minutella analizza in profondità la crisi della Chiesa definendo Bergoglio un "falso Papa" nominato al termine di una procedura non valida. "Mai come oggi abbiamo bisogno di figure forti e carismatiche in grado di difendere la vera fede e la vera dottrina anche a costo di pagarne un prezzo"

Alessandro Meluzzi, psichiatra e filosofo, racconta come compito primario dei cristiani sia quello di non cedere mai di fronte allo "spirito del mondo"

Alessandro Meluzzi racconta in profondità la crisi dei nostri tempi. Una crisi in primo luogo spirituale che vede la contemporanea presenza di due Papi molto diversi fra di loro. Per Meluzzi Bergoglio sta infliggendo colpi mortali alle fondamenta dell'insegnamento cristiano e cattolico

Un lungo processo di secolarizzazione è in atto, volto a sostituire la fede religiosa dei popoli. La Massoneria ha sempre coltivato il sogno di instaurare un unico ordine mondiale con un solo credo presudo religoso globale: una sovra religione deista. Il tentativo di indebolire e sostituire la fede religiosa dei popoli iniziò con Robespierre, proseguì durante il Risorgimento italiano ed ebbe il suo culmine nell'instaurazione del regime comunista in Russia. Nessuna utopia riuscì a perdurare: né l'Illuminismo da cui scaturì il Terrore, né il comunismo riuscirono ad arginare il "sensus fidei" dei popoli. Si sta allora provando un'altra strada: non più sostituire la fede religiosa con un'ideologia creata dall'uomo bensì ibridare tra loro le fedi religiose al fine di crearne una che possa sostituirle tutte.

La parola diavolo deriva dal verbo greco διαβάλλω (diabàllo) che significa dividere, separare. Cosa accade se l'elemento diabolico fa irruzione in seno alla #cristianità?

E' quanto sta accadendo dal 2013 con la neutralizzazione del cristianesimo operata da Papa #Bergoglio, il primo #papa mondialista della storia.

Ratzinger fu l'ultima eroica figura di resistenza alle potenze nichilistiche e anticristiche del turboglobalismo relativista. E' proprio per questo venne sostituito dal nuovo pontefice Bergoglio.

Non a caso Papa Francesco venne celebrato già nel 2013 dal Time come personaggio dell'anno.

Nel corso del dibattito nel castello di Udine ecco ultima tappa del tour italiano di Aleksander Dugin, Emanuele Franz ideatore e direttore artistico del Convegno Identitas
presenta il filosofo che rispondendo a una domanda del pubblico analizza brevemente la discussa dualità del pensiero di Bergoglio, anticaptalista e populista in Sudamerica e filo globalista in Occidente. Applausi a scena aperta sul "femminismo mistico" di Dugin: " la donna è il mistero di Dio"

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.