“Con l’8 settembre si è perduto qualcosa di molto prezioso: che l’Italia faticherà duramente a riconquistare: l’onore nazionale e il rispetto che sino a ieri essa aveva in tutto il mondo. Un popolo senza rispetto e senza onore diventa un giocattolo nelle spire degli interessi politici dei vincitori.

Non sarà difficile all’ipocrisia del tradizionalismo britannico trovare dei pretesti con cui mascherare i suoi sentimenti di vendetta e tutto sarà fatto nel nome della democrazia, delle giustizia e della libertà: un paravento dietro il quale si nascondono gli interessi del più sudicio capitalismo, venga questo da Londra o da New York o da Mosca.

Il popolo italiano vivrà un periodo amarissimo, che vedrà scardinati e travolti tutti i principi dell’onestà e della morale (…) Probabilmente nei paesi vinti si provvederà immediatamente a imporre una così detta costituzione democratica: ne seguiranno liti parlamentari, scandali politici e turpitudini morali senza fine, da cui ci si potrà attendere di tutto eccetto che qualcosa di buono e di costruttivo”.

Benito Mussolini

 

"Con la morte di Mussolini scompare uno dei più grandi uomini politici cui si deve rimproverare solamente di non aver messo al muro i suoi avversari."

Josef Stalin

Intervengono Alessandro Campi, Mimmo Franzinelli, Mario Isnenghi. Coordina Stefano Biguzzi.

 *Storia della guerra civile in Italia*
TERZO GRADO
-Aprile 1945:Cronache dal calvario-
La prima storia raccontata riguarda la "strage di Urgnano", 29 aprile 1945.
La giustizia italiana non ha mai fatto luce su questa vicenda.

Paolo Pisanò: Storia della guerra civile in Italia 1943-1945
LA POLITICA DELLA STRAGE

Film di Vittorio Mussolini. Originalmente in due parti, qui unite in un unico episodio. Tutti i video sono caricati esclusivamente per interesse storico.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.