Il 4 luglio 2018 il Parlamento Europeo è chiamato a ratificare la legge sul Copyright, la cosiddetta Oettinger/Voss, quella della “tassazione sui link” e della “censura preventiva” di cui abbiamo parlato nella ControRassegna Blu 18. Una norma che restringerà la libertà di espressione e cambierà la rete per come l'abbiamo conosciuta (a proposito: stiamo raccogliendo le firme. C'è tempo solo fino all'inizio di luglio. Manca ancora la tua e quella dei tuoi amici: https://it.surveymonkey.com/r/SalvaInternet

 

You need to a flashplayer enabled browser to view this YouTube video

 

Il diritto d'autore è tuttavia investito da una complessa trasformazione che obbliga a nuove forme di sinergia tra gli autori e i grossi player digitali. Qual è l'approccio dei colossi della protezione delle opere di ingegno nei confronti di queste nuove frontiere? Come interpretano la sfida del cambiamento? Per il ciclo "In viaggio nella Digital Era con Glauco Benigni" siamo andati a intervistare la dott.ssa Stefania Ercolani, direttore dell’Ufficio Multimedialità della SIAE. Esiste ancora il copyright ai tempi dei social? Perché la sua tutela è sempre più minata dai grandi colossi del web come YouTube e Facebook? Ci sono accordi con Facebook e Youtube? Tre quarti d'ora da spendere per conoscere e capire, in compagnia di Byoblu e di Glauco Begnigni.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.