EHI, GIORNALISTA!!!

news bianco 450x450 

"Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia. Il resto è propaganda"

(Horacio Verbitsky)

 

 

Guerra turca, Crisi negli USA, Serve ancora l’ISIS?, Di Matteo nel CSM, e altro. La nostra prima messa in onda live senza l'utilizzo di piattaforme esistenti (Facebook, Youtube, ecc). La piattaforma è liberatv.it

Nel panorama dell'informazione ormai da anni dominata dal pensiero unico, nasce oggi un nuovo giornale: "Sovranità Popolare". A parlarne su Byoblu uno dei fondatori: Guido Grossi, l'ex dirigente BNL che vi ha spiegato il furto del debito pubblico.

I "new media" (nuovi media) sul web sono riusciti a costruire un sistema di informazione e di diffusione di notizie alternativo al giornalismo tradizionale, con un impatto sull'opinione pubblica a volte maggiore rispetto ai grandi gruppi editoriali. La verità è ancora un monopolio di pochi? Come influisce internet sulla manipolazione delle fonti di informazione?

Marcello Foa presenta a Milano il suo libro "Gli Stregoni della Notizia - Atto secondo", e spiega le tecniche che gli spin doctor utilizzano per manipolare i cittadini e condizionare il consenso politico.

Il 4 luglio 2018 il Parlamento Europeo è chiamato a ratificare la legge sul Copyright, la cosiddetta Oettinger/Voss, quella della “tassazione sui link” e della “censura preventiva” di cui abbiamo parlato nella ControRassegna Blu 18. Una norma che restringerà la libertà di espressione e cambierà la rete per come l'abbiamo conosciuta (a proposito: stiamo raccogliendo le firme. C'è tempo solo fino all'inizio di luglio. Manca ancora la tua e quella dei tuoi amici: https://it.surveymonkey.com/r/SalvaInternet

SULL'ORLO DELLA TOMBA DI INTERNET
Controrassegna Blu #18: le notizie che i radar dell’informazione mainstream non rilevano. In questa edizione:
- Mancano 13 giorni alla distruzione della rete per come la conosciamo. Firma adesso ...o mai più!
- USA: Bambini immigrati in gabbia. Un’odiosa prassi che va avanti da vent’anni.
- Toscani e i Benetton: la foto scandalo sui migranti, e l’ipocrisia di certi “benefattori”.
- In Basilicata si devasta un parco archeologico per far posto a una centrale eolica.
- Julian Assange: 6 anni nell’ambasciata dell’Ecuador. Ma ha ancora in mano documenti scottanti.
- Plastic radar: Greenpeace lancia la caccia grossa alla plastica in mare e in spiaggia.

Questi sono i temi affrontati da Alberto Bagnai e Vladimiro Giacchè durante la presentazione del libro "Gli stregoni della notizia - atto secondo", di Marcello Foa, nel corso di un evento che ha registrato il pienone, organizzato dall'Intellettuale Dissidente in collaborazione con l'associazione Asimmetrie, sabato 21 aprile a Roma.

Red Ronnie, storico dj, produttore discografico, presentatore, conduttore di Roxybar.tv, cerca di rispondere insieme a Claudio Messora alla domanda: "perché la musica oggi ha perso i suoi eroi? Dove sono i grandi artisti che sfidano il loro tempo e coraggiosamente tracciano una rotta, agiscono da spartiacque, ispirano valori di rottura e spiazzano la politca? Come è riuscito il sistema a distruggere la forza dei miti della musica, capaci di influenzare milioni di persone e spostare l'ago della bilancia nelle decisioni politiche? Se esiste ancora una speranza, dove possiamo riporla?".

Il celebre detto "nulla è più inedito dell'edito" si adatta perfettamente al giornalismo d'inchiesta in campo economico e finanziario, dove le fonti orali sono di regola gli osti o i loro portavoce che ti dicono quanto è buono il loro vino. In mancanza di whistleblower la vera miniera degli scoop sono le fonti aperte: bilanci, relazioni, note integrative, istruttorie della vigilanza (Consob, Antitrust, Agcom, Banca d'Italia) e della magistratura. In un'ora un rapido manuale d'istruzioni. Riconoscimento crediti formativi da parte dell’Ordine dei Giornalisti, prenotazione tramite il sito SIGEF (40 posti riservati all’Ordine). Con: Giorgio Meletti (il Fatto Quotidiano)Giorgio Meletti

Reputazione, comunicazione e fiducia. La società civile tra informazione e fake news. Un’occasione di confronto tra esponenti della società civile e operatori dell’informazione sui fenomeni mediatici che hanno investito quest’anno il mondo delle organizzazioni. Crisi di fiducia generalizzata o manifestazione di una (voluta) limitazione dello spazio d’azione degli attori civici? Il ruolo dei media nel veicolare una corretta informazione e decostruire le fake news. Il ruolo delle organizzazioni nel comunicare efficacemente e con trasparenza un sistema valoriale che va difeso. A cura di Action Aid e Medici Senza Frontiere. Con: Paola Barretta (Osservatorio di Pavia), Marco De Ponte (segretario generale ActionAid), Gianni Del Vecchio (vicedirettore L'Huffington Post Italia), Gabriele Eminente (direttore generale Medici Senza Frontiere)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.