banche governo popolo

 

"Senza la Sovranità Monetaria le nuove generazioni non avranno altra scelta che quella tra il suicidio e la disperazione"
(Prof. Giacinto Auriti)

 

 

Il debito pubblico è immorale, ma la politica eurocratica lo considera giusto. È la stessa politica che, guidata da un’élite usuraia, ha messo in atto strumenti di psicologia di massa che mirano a sostituire tutti i valori fondanti della nostra società. Una vera e propria ingegneria sociale, simile a quella genetica, utilizzata per modificare il naturale processo evolutivo insito nell’uomo. Questa la tesi di Cosimo Massaro, intervistato da Claudio Messora, che racconta nel suo ultimo saggio - “Usurocrazia Svelata” - in cui, seguendo le orme del professor Giacinto Auriti, attacca i poteri finanziari che annullano i valori fondanti della nostra società.

Cos'è la vera ricchezza? A cosa diamo valore? Cosa ci rende felici? Siamo liberi o schiavi? La risposta è chiara per Cosimo Massaro: siamo schiavi e “I padroni del denaro attraverso la moneta debito ci hanno sottratto il tempo. E rubandoci il tempo, ci hanno rubato la vita”.

Dopo il mezzo milione di visualizzazioni per "Il furto del Debito Pubblico", Guido Grossi risponde su Byoblu alle critiche ricevute, e lo fa con un testo potente, definitivo, un vero e proprio manifesto di buon senso e saggezza, richiamando ogni uomo su questa Terra a risvegliarsi dalla follia collettiva del delirio tecnofinanziario che divora uomini e democrazie. Un articolo lungo, ma che in maniera semplice e toccante colpisce dritto al cuore il mostro finanziario che incombe sui cittadini indifesi. Una pergamena accorata da leggere, rileggere e far leggere, mentre giunge ormai il tempo di rivendicare la fine di questa età dello smarrimento e il ritorno ad un nuovo Umanesimo illuminato, dove gli uomini e le donne riscoprano il senso più autentico della loro esistenza, oltre al delirio di macchine e algoritmi: un'economia che torni a mettere al centro l'Uomo e i suoi bisogni reali, spirituali o materiali. È il tempo delle responsabilità diffuse e condivise.

Se non avete mai capito come funziona la macchina infernale del debito pubblico, tra meno di mezz'ora sarete assolutamente convinti che oggi si tratta di un furto con destrezza che la speculazione finanziaria ha perpetrato ai danni dei cittadini.

Ve lo racconta Guido Grossi, giurista ed ex manager BNL, ripreso il 21 settembre scorso, a Roma, dalle telecamere di Byoblu, all'evento "Finanza al servizio della Politica, un approccio responsabile a Risparmio e Investimenti", organizzato dal Centro Studi della Confederazione Sovranità Popolare.

Presentazione del libro di Paolo Ferrero "La truffa del debito pubblico".

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.