Mi chiedo se le persone che stanno facendo tutta questa discussione sul Franco CFA sanno di che cosa stiamo parlando. Senza entrare in questo dibattito. Non ci interessa tutto quello che una certa parte della politica italiana sta cercando di fare per sostenere i crimini della Francia in Africa. E i francesi stessi, in rivolta contro il Governo Macron, nell'articolo 23 della Charte dei gilet gialli hanno detto tutto: l'abolizione del Franco CFA, l'abolizione del sistema coloniale francese in Africa. Ma c’è ancora qualcuno che ha il coraggio di dire il contrario.

 

You need to a flashplayer enabled browser to view this YouTube video

 

“Potete provare a manipolare l'opinione pubblica italiana, ma ormai noi abbiamo capito tutto: sappiamo tutto e ci stiamo avviando verso una rivoluzione globale! Questo crimine contro l'umanità non può più continuare! Potete mettere in campo tutti i mezzi di disinformazione che volete: non serve più a nulla! Perché tutta l'opinione pubblica africana ha capito: tutti questi dittatori al potere nelle colonie francesi d'Africa non hanno più nessuna legittimità davanti a noi! Io ringrazio il Movimento 5 Stelle per la posizione chiara, perché grazie a questo movimento il dibattito sul Franco CFA si è aperto sul piano internazionale. Ora la Francia nazi, che massacra il suo popolo, il Governo francese che sta uccidendo il popolo francese cercheranno in tutti i modi di impedire che l'Africa sia libera”.. Ai microfoni di Byoblu parla così Mohamed Konare, Leader del Movimento panafricanista, uno dei primi a denunciare lo sfruttamento dell'Africa da parte della Francia per mezzo del #FrancoCFA. Servizio di Eugenio Miccoli.

 

 

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.