• President Obama admits the rise of Islamic State was never properly addressed by the US intelligence. Vice-President of the States puts all the blame on America’s allies, saying it were they who funded jihadists. Terrorists threaten direct attacks on American soil. Is the U.S. ready to respond with more than just airstrikes? Was it really unaware of the growing threat? And were that the allies that gave a helping hand to the radicalism in Iraq and Syria? To find answers to these questions, Sophie&Co speaks to FBI whistleblower; Sibel Edmonds.

  • Aleksandr Dugin, fondatore e leader del movimento internazionale eurasista, intervistato dal Nodo di Gordio ha illustrato gli sviluppi politici ed economici dell'Unione Eurasiatica tra Kazakhstan, Russia e Biellorussia, le proiezioni nelle relazioni di politica estera con gli altri Paesi dell'ex Unione Sovietica, con la Turchia ed ha analizzato la difficile situazione della Siria da un punto di vista geopolitico.

  • Fulvio Grimaldi a Vittorio Veneto il 13 gennaio 2014

  • In a recent interview held in Damascus, a US news reporter grilled Syria's President Bashar al-Assad with a barrage of questions surrounding allegations of human rights abuses and war crimes against the Syrian government, in a tense interview that at times saw Assad seemingly catch the Yahoo News reporter off guard with his sharp responses.

  •  

  • ALTRO CHE RIFORME E DEMOCRAZIA - I RIBELLI SONO MERCENARI TAGLIAGOLE CHE VOGLIONO CREARE UN CALIFFATO ISLAMICO ALLEATO DEGLI USA COME ARABIA SAUDITA E QATAR.
    GIA' LO STANNO FACENDO IN LIBIA

  • NOTE: Malgré peut-être l'ambiguïté du "titrage", ce reportage va bien dans le sens d'une dé-diabolisation du Président Bachar Al-Assad. Merci pour votre intérêt sur ce sujet.

    Documentaire rare, largement censuré, et très difficile à retrouver actuellement sur les Sites européens. J'ai retravaillé ce montage partant de 9 épisodes éparpillés sur différents Sites. Il m'aura également fallu corriger la qualité et le format des images.

  • Per l'onorevole Carlo Sibilia, deputato del M5S, membro della Commissione Affari Esteri alla Camera, la linea politica del governo italiano è appiattita su posizioni filo atlantiche, in un momento storico in cui gli Stati Uniti d'America non sono più il centro del mondo.

  •  

  • Raymond McGovern ed Elizabeth Murray, ex agenti e analisti CIA per il Medio Oriente (il primo, con 27 anni di servizio alle spalle, presentava tutti i giorni il "morning intelligence briefing" alla Casa Bianca) spiegano come i servizi segreti americani siano prostituiti alle élite, distorcendo le informazioni per manipolare la politica e l'opinione pubblica. McGovern e Murray raccontando quello che succedeva in Iraq, con l'invenzione delle armi di distruzione di massa; in Iran, con il tentativo di convincere l'Occidente di un'attività in ambito nucleare in realtà inesistente; in Siria, con l'attribuzione della fabbricazione del gas nervino Sarin al Governo; in Ukraina, con l'abbattimento del volo Malaysia Airlines 17 attribuito a Putin, ma la cui scatola nera è nelle mani degli inglesi. I due ex agenti CIA raccontano chi ha cercato di produrre informazioni false e quale posizione ricoprano oggi. Per loro, il Presidente degli Stati Uniti non è un uomo libero.

  • L’annunciato attacco missilistico Usa alla Siria rischia di far esplodere nel Mediterraneo un conflitto dagli esiti imprevedibili. La Repubblica Araba Siriana, Stato sovrano membro delle Nazioni Unite, è soggetta dal 2011 a una guerra di aggressione. Essa viene condotta dagli Stati Uniti e dalle altre potenze della Nato, da Israele e dalle monarchie del Golfo.

  • Trasmesso dal vivo in streaming il 02/set/2013

    Interventi di:
    Alessia Lai, giornalista di Rinascita;
    Gianni Dessì, coordinatore politiche estere di PBC;
    Nikos Kleitsikas, storico e scrittore (in collegamento da Atene);
    Andrea Giacobazzi, docente del master Enrico Mattei sul vicino e medio oriente;
    Fernando Rossi, portavoce nazionale PBC (testimonianza da Damasco);
    Ouday Ramadan, attivista per la Siria (video da Damasco);
    Jamal Abo Abbas, presidente della comunità siriana in Italia (contributo da Damasco);
    Monia Benini, presidente di PBC

    E con la lettura dei contributi pervenuti da:
    Silvia Cattori, giornalista svizzera;
    Mikis Theodorakis, musicista e compositore greco

  •  

  • Crisi siriana e primavere arabe. Presentano Paolo Sensini, Gianantonio Valli, Andrea Farhat e Ouday Ramanan Soso

  • The reaction from Washington on Russia’s upgraded fight against terrorism in Syria gives new meaning to the term ‘shock and awe’. The Obama administration’s strategy is in a quandary – it shows itself uninterested in ending the Syrian civil war. Instead it still wants Assad gone. CrossTalking with Ammar Waqqaf, Stephen Lendman, and Sharif Nashashibi.

  • Four Russian Navy warships have fired a total of 26 missiles at the position of the terrorist group Islamic State in Syria, Russia’s Defense Minister Sergey Shoigu announced. The missiles were fired from the Caspian Sea.

  •  

  • Russia’s Defense Ministry has published a video of its warships firing cruise missiles from the Caspian Sea to hit the positions of Islamic State militants in Syria.

  • Intervento di Fulvio Grimaldi all'evento di informazione libera "È la stampa, bellezza!", organizzato da Francesca Salvador all'Alta Forum di Campodarsego (Padova) il 24 gennaio 2016.

  • Da cinque anni sulla Siria si è dispiegata la strategia dell'Impero. Un paese laico, in cui da sempre convivono pacificamente tutte le religioni e che fin dal 1948 ha difeso il diritto della Palestina ad avere un suo stato.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.